Skip to main content
News
Iniziative ed Attività.

Gestione delle emergenze sul luogo di lavoro: il ruolo dell’addetto antincendio

L’addetto antincendio è una figura fondamentale per la sicurezza sul lavoro, in quanto il rischio incendio è uno dei pericoli ai quali le aziende sono più esposte. Per questo è necessario che coloro i quali rivestono questo ruolo ricevano un’adeguata e corretta formazione, che richiede un aggiornamento ogni 3 anni. Le normative che regolano i “Criteri generali di sicurezza antincendio per la gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro” sono descritte nell’art. 37 comma 9 del D.Lgs 80/08 e s.m.i. e nell’art. 7 del decreto ministeriale del 10 marzo 1998 .64 allegato IX.
La formazione dell’incaricato alla lotta e prevenzione incendio si differenzia in base al livello di rischio dell’azienda, che può essere basso, medio o alto. La formazione di suddivide rispettivamente in Corso A – Corso B – Corso C. Tutti i corsi prevedono sia una parte pratica che una parte teorica.
Ma quali sono i contenuti dei corsi di formazione addetti antincendio?

CORSO A): CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO (DURATA 4 ORE)
1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE (1 ORA)
– Principi della combustione;
– prodotti della combustione;
– sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;
– effetti dell’incendio sull’uomo;
– divieti e limitazioni di esercizio;
– misure comportamentali.
2) PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO (1 ORA)
– Principali misure di protezione antincendio;
– evacuazione in caso di incendio;
– chiamata dei soccorsi.
3) ESERCITAZIONI PRATICHE (2 ORE)
– Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;
– istruzioni sull’uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica.

CORSO B): CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO MEDIO (DURATA 8 ORE)
1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI (2 ORE)
– Principi sulla combustione e l’incendio;
– le sostanze estinguenti;
– triangolo della combustione,
– le principali cause di un incendio;
– rischi alle persone in caso di incendio;
– principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi.
2) PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO (3 ORE)
– Le principali misure di protezione contro gli incendi;
– vie di esodo;
– procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme;
– procedure per l’evacuazione;
– rapporti con i vigili del fuoco;
– attrezzature ed impianti di estinzione;
– sistemi di allarme;
– segnaletica di sicurezza;
– illuminazione di emergenza.
3) ESERCITAZIONI PRATICHE (3 ORE)
– Presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi;
– presa visione e chiarimenti sulle attrezzature di protezione individuale;
– esercitazioni sull’uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti.

CORSO C): CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO ELEVATO (DURATA 16 ORE)
1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI (4 ORE)
– Principi sulla combustione;
– le principali cause di incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro;
– le sostanze estinguenti;
– i rischi alle persone ed all’ambiente;
– specifiche misure di prevenzione incendi;
– accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi;
– l’importanza del controllo degli ambienti di lavoro;
– l’importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio.
2) LA PROTEZIONE ANTINCENDIO (4 ORE)
– Misure di protezione passiva;
– vie di esodo, compartimentazione, distanziamenti;
– attrezzature ed impianti di estinzione;
– sistemi di allarme;
– segnaletica di sicurezza;
– impianti elettrici di sicurezza:
– illuminazione di sicurezza.
3) PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO (4 ORE)
– Procedure da adottare quando si scopre un incendio;
– procedure da adottare in caso di allarme;
– modalità di evacuazione;
– modalità di chiamata dei servizi di soccorso;
– collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento;
– esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali-operative.
4) ESERCITAZIONI PRATICHE (4 ORE)
– Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento;
– presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute. etc.);
– esercitazione sull’uso delle attrezzature di spegnimento e di protezione individuale.

Nel Decreto è specificato anche che per ricoprire il ruolo di addetto antincendio “non sono previsti né requisiti specifici né titoli ai fini dell’idoneità del soggetto formatore per gli addetti all’emergenza. I soggetti formatori devono possedere competenza nella materia antincendio”, e devono obbligatoriamente essere nominati dal datore di lavoro. L’incarico può anche può essere ricoperto dal datore di lavoro stesso, in aziende con meno di 5 dipendenti.

Nel nostro Centro Formazione Sicurezza sul Lavoro Abacus Italia svolgiamo corsi con professionisti interni abilitati iscritti all’elenco dei certificatori antincendio di Roma e Provincia, ed effettuiamo progettazioni Antincendio per attività sottoposte al controllo dei Vigili del Fuoco come autorimesse, caldaie, scuole, teatri, edifici con altezza superiore a mt.24, depositi di carta, svolgendo pratiche di richiesta permessi presso tutti i comandi competenti.

Visita il nostro sito http://www.sicurezzalavoro-roma.it/ per consultare l’elenco completo dei corsi e degli aggiornamenti.

Condividi questo Articolo